News

Coltivare erbe aromatiche non è prerogativa di chi possiede un orto. Anche tu puoi creare un piccolo giardino profumatissimo… indoor! Scopri tutti i segreti per coltivare le erbe aromatiche in casa, quando piantarle e come abbinarle nello stesso vaso.

Si sa: una casa ricca di verde è una casa più bella, armoniosa e rilassante. Ma avere molte piante in casa non migliora solo l’umore: fa bene anche al nostro organismo!

Le piante da appartamento, infatti, purificano l’aria dalle sostanze inquinanti prodotte da mobili e vernici, dalle micropolveri (inevitabili in città) e persino dalle radiazioni degli elettrodomestici. Assorbono l’anidride carbonica che produciamo respirando e ce la restituiscono trasformata in ossigeno.

Perché, allora, non prendere due piccioni con una fava… coltivando in casa delle erbe aromatiche? In questo modo non solo depurerai l’ambiente, ma avrai sempre tanti odori freschi a portata di mano per insaporire i tuoi piatti.

Per non parlare del profumo

Certo, magari hai sempre pensato di non avere il pollice verde. Ma ecco la buona notizia: coltivare le erbe aromatiche in casa non è difficile come potrebbe sembrare. Richiede poco spazio, poco tempo e un’attrezzatura semplice da reperire.

Ti racconteremo tutti i nostri segreti. A cominciare dal più importante: le piante, per crescere bene, prima di tutto devono essere amate!

Cosa ti occorre per coltivare erbe aromatiche in vaso

Iniziamo dall’attrezzatura!

Per dare il via alla tua piccola coltivazione avrai bisogno di qualche strumento. Sono tutti attrezzi estremamente comuni, che chiunque può utilizzare con facilità.

Per coltivare le erbe in vaso avremo bisogno di:

  • Vasi (ovviamente!), in plastica o terracotta. La terracotta vince senza dubbio per estetica ed è la più ecologica fra le due. Ma la plastica è più leggera, quindi ideale per soluzioni sospese: mensole, ripiani… tutto dipende da dove andrai a posizionare i tuoi vasi.
  • Sottovaso, indispensabili per trattenere l’acqua in eccesso e non far bagnare il pavimento di casa.

E ora iniziamo a comporre il contenuto del nostro vaso. Nell’ordine:

  • Argilla espansa, che ha una funzione drenante ed evita che l’acqua ristagni facendo marcire le piantine. Si presenta sotto forma di sferette porose dalla forma irregolare e va posizionata in uno strato in fondo al vaso: così consentirà un rilascio graduale dell’umidità del terriccio. Non è adatta alle piante che hanno bisogno di un ambiente molto secco, come i cactus.
  • Terriccio di tipologia universale. Un trucchetto? Mescolalo con un po’ di sabbia per un effetto drenante ancora più efficace.
  • Concime, per mantenere il terriccio fertile nel tempo.
  • Germogli di piante aromatiche: prezzemolo, salvia, rosmarino, timo, basilico, maggiorana… tutto ciò che vuoi! Se non hai una grande esperienza, le piantine già germogliate sono preferibili ai semi. E se vuoi approfondire quali sono le erbe aromatiche leggi il post “Quali sono le erbe aromatiche? Guida alla coltivazione delle piante profumate della dieta mediterranea“.
  • Una paletta, per travasare le piante più facilmente;
  • Delle forbici, per potare le piantine e prelevare ciò che ti serve senza strappare gli steli.

(Guanti e annaffiatoio non sono proprio necessari per coltivare erbe aromatiche in vaso… ma ti faranno sentire molto professionale!)

Dove tenere le erbe aromatiche: i posti migliori per coltivare le erbe

Certo, possedere un orto o un giardino sarebbe l’ideale per coltivare delle piantine.

Ma non è il nostro caso. Per fortuna, anche un appartamento cela molti luoghi perfetti dove tenere le erbe aromatiche! Non esiste una casa troppo piccola per la presenza di qualche pianta in vaso.

Guardati intorno e cerca il posto ideale. Una piantina, per crescere bene, ha bisogno di tanta luce e deve stare alla larga da fonti di calore artificiale (come termosifoni e condizionatori).

La nostra ovvia raccomandazione è di non tenere mai le piante in camera. Il loro effetto, di giorno così positivo sul nostro corpo, cambia durante la notte: questo perché la fotosintesi clorofilliana, in assenza di luce solare, non avviene. E così le piante non producono più ossigeno, ma anidride carbonica.

Chiaramente l’impatto di una sola piantina è trascurabile. Ma, visto che stiamo parlando di erbe aromatiche… è senza dubbio nella zona giorno che dobbiamo spostarci!

Coltivare erbe aromatiche in cucina

Chiaro: le piante aromatiche si utilizzano in cucina. Quindi, spazio permettendo, averle sempre a portata di mano potrebbe essere molto comodo.

Ti starai chiedendo: sì, ma la mia cucina è già piena di utensili e stoviglie, dove vuoi che li metta cinque o dieci vasi?

Niente paura: ci abbiamo già pensato. Coltivare le erbe aromatiche in cucina è possibile… e, a dirla tutta, anche molto scenografico.

Ti basterà avvitare al muro un bastone da tenda e appendere dei sottovaso dotati dell’apposito supporto. In questo modo non solo potrai coltivare le tue piante aromatiche in cucina: darai alla stanza un aspetto piacevole e originale. E i tuoi odori preferiti saranno sempre a portata di mano.

Coltivare_erbe_aromatiche_in_cucina

Coltivare erbe aromatiche… alla finestra!

Un’altra soluzione, per chi ha poco spazio in casa, è coltivare le erbe aromatiche alla finestra. Se hai già delle fioriere sei a posto: non hai bisogno d’altro. Le tue piante saranno sempre esposte alla luce e cresceranno sane, forti e rigogliose.

coltivare_le_erbe_aromatiche_alla_finestra

 

E se le fioriere non ci sono? Nessun problema. Puoi creare un bellissimo giardino verticale usando vasi sospesi e portavaso in macramè. Molto bohémienne! L’effetto sarà stupefacente, di grande impatto visivo… e tu non dovrai chinarti ogni volta che avrai bisogno di un rametto di salvia.

Chiaramente, questa soluzione è preferibile per quelle finestre che non apri spesso. In alternativa puoi assicurare una mensola proprio sotto al davanzale e disporvi le tue piante in vaso… purché non ci sia un termosifone proprio lì sotto.

Coltivare erbe aromatiche sul balcone

Per i fortunati c’è la soluzione più ovvia: il balcone.

Può sembrare il modo più semplice di coltivare erbe aromatiche in vaso, e invece… invece bisogna comunque stare attenti, perché non tutti i terrazzi sono adatti allo scopo.

Il posto ideale garantisce alla piantina circa sei ore di luce al giorno e non è eccessivamente esposto a pioggia e vento. Insomma: per coltivare erbe aromatiche in terrazzo avrai bisogno di un punto riparato, ma soleggiato.

 

Coltivare_erbe_aromatiche_sul_balcone

 

Possiedi un balcone spazioso? Allora puoi posizionare le tue piantine direttamente a terra. In questo caso potrai avvalerti di vasi anche pesanti, in terracotta, ceramica o addirittura metallo. Altrimenti, esistono molte soluzioni verticali: scaffali, scalette con le mensole, fioriere… spazio alla creatività.

Se hai intenzione di coltivare piante aromatiche in terrazzo, fai attenzione al basilico. È una specie delicata, tipicamente mediterranea, che soffre il freddo più delle altre: potrebbe aver bisogno di “asilo” nei mesi invernali. Non lasciarla fuori al gelo!

Quando si piantano le erbe aromatiche?

Questa è una delle domande che ci viene posta più spesso. Anche qui, la risposta dipende dal luogo in cui andrai a posizionare le tue piante.

Se hai intenzione di coltivare piante aromatiche in casa, la stagione non farà la differenza perché il clima indoor è sempre piuttosto costante. In questo caso, non avrai bisogno di sapere quando piantare le erbe: ogni momento è buono. Anche adesso!

La situazione è differente nel caso degli spazi aperti. Se hai a disposizione un bel terrazzo e vuoi iniziare a coltivare erbe aromatiche proprio sul balcone, allora il periodo migliore è certamente la primavera. Perfetti i mesi di marzo e aprile.

Le erbe aromatiche da piantare in primavera costituiscono la quasi totalità dei casi. Fanno eccezione salvia, prezzemolo e timo, che – se non vivi in zone dalle temperature troppo basse – possono essere seminati anche nel mese di settembre (per approfondire leggi anche “Cosa piantare nell’orto: il calendario mese per mese“).

In questo caso, però, dovrai tenere d’occhio con particolare attenzione le tue piantine; soprattutto nei primi mesi di vita, quando sono più delicate.

Come abbinare le erbe aromatiche in vaso: gioie e dolori della convivenza

Si sa, la convivenza non è mai facile. Se è così per noi, perché non dovrebbe essere lo stesso per le piante? Le erbe aromatiche non fanno eccezione: anche nel regno vegetale esistono amicizie e antipatie.

Per questo, coltivare erbe aromatiche nella tua casa non è un’azione che va lasciata al caso: alcune piante crescono meglio insieme, perché traggono beneficio dalla vicinanza di altre specie. Ma ci sono anche le scontrose, quelle che stanno meglio da sole.

Insomma: se è vero che le piante, per crescere bene, devono essere amate… allora impariamo a conoscerle!

Il rosmarino è il re indiscusso del balcone. I suoi arbusti possono diventare anche molto grandi, con rametti robusti e lunghe radici. Impensabile accostarlo ad altre piante: ha bisogno dei suoi spazi!

Dagli un vaso tutto suo, e che sia grande. E non dimenticare di aggiungere della sabbia al terriccio. Ti sembrerà un po’ presuntuoso, il rosmarino, ma sa il fatto suo: con le giuste cure manterrà le sue foglie durante tutto l’anno. E darà ai tuoi arrosti una marcia in più.

Salvia e timo sono amici per la pelle. Puoi persino destinare a loro un unico vaso: non si lamenteranno di certo. Insieme stanno benissimo! Sono entrambi grandi amanti del sole, del vento e della vita all’aria aperta: la posizione più esposta è per loro.

La menta è quella vicina di casa un po’ invadente. Tende ad occupare tutto lo spazio disponibile con le sue radici, quindi ti consigliamo di dare anche a lei un vaso tutto per sé. In compenso ti regalerà un profumo meraviglioso: possiamo pur chiudere un occhio, no?

Basilico e prezzemolo sono entrambi volubili e delicati; vanno ripiantati ogni anno, per cui è sconsigliabile abbinarli ad altre piantine. Se li metti nello stesso vaso, però, insieme si troveranno bene. Ricordati di innaffiarli spesso; soprattutto il basilico, che ha bisogno di molta acqua per vivere.

Un altro abbinamento che funziona è origano e maggiorana: sono semi-sempreverdi, proprio come salvia e timo, e anche visivamente stanno molto bene insieme. La coppia che scoppia.

Insomma: per coltivare erbe aromatiche in casa non serve poi troppo spazio, perché molte piantine possono essere sistemate nello stesso vaso. Adesso non hai più scuse per non provarci!

Lascia un commento