News

Ricordi qual è stata la prima cosa di scienze che hai imparato a scuola? Tiriamo ad indovinare: la fotosintesi clorofilliana. In altre parole: cosa fanno le piante di notte? Consumano ossigeno e producono anidride carbonica. 

È proprio a causa dell’anidride carbonica emessa durante le ore notturne che, nella credenza popolare, si dice che dormire con le piante possa essere dannoso per la salute.

Ebbene, serviva l’intervento della NASA (si, si hai capito bene, proprio l’agenzia spaziale americana) per smentire ufficialmente la vecchia leggenda metropolitana della pericolosità delle piante in camera da letto.

Verso la fine degli anni ‘80, la NASA, che stava cercando dei modi per disintossicare l’aria nelle loro stazioni spaziali, ha condotto uno studio per capire quali fossero le piante benefiche per filtrare e trasformare l’anidride carbonica in ossigeno.

I risultati sono stati pubblicati all’inizio del 1989, ma sono tuttora validi. Secondo questa ricerca, infatti, avere una pianta in camera da letto non solo purifica l’aria, ma contribuisce a calmare e migliorare il sonno. Perché è vero che le piante di notte consumano ossigeno e producono anidride carbonica, ma la quantità di CO2 è davvero esigua e non è in grado di danneggiare la salute dell’uomo.

Al contrario, la NASA ha identificato 7 piante da camera perfette per purificare l’aria e aiutare il sonno. Scopriamole insieme.

Quali piante tenere in camera da letto?

Tra le piante per camera da letto più apprezzate ricordiamo:

Potus pianta

Potus-pianta

CARATTERISTICHE   BENEFICI CURA

È una delle piante da appartamento più conosciute ed apprezzate. Grazie al suo caratteristico fogliame a cascata è perfetta per i davanzali o per essere lasciata in sospensione.

Usata come pianta in camera da letto permette di purificare l’ambiente da benzene e formaldeide, resistendo anche negli ambienti meno luminosi.

Ha bisogno di luce, ma mai diretta e va quindi tenuta in ambiente luminoso e abbastanza umido.

Va annaffiata con moderazione:

  • in estate bastano due (max 3) annaffiature alla settimana
  • In inverno va annaffiata poco

Ricordati di lasciare seccare sempre i due terzi superiori del terriccio prima di tornare ad annaffiare.

Sanseveria in camera da letto

Sanseveria-in-camera-da-letto

   CARATTERISTICHE             BENEFICI             CURA
Grazie alla forma e alla striatura delle sue foglie, la Sanseveria è conosciuta anche come pianta del serpente. La sanseveria ha la capacità di contrastare la formaldeide e di contrastare l’elettrosmog generato dai dispositivi elettronici di uso quotidiano.

Inoltre è una delle migliori piante assorbi umidità dal momento che produce ossigeno di notte assorbendo il vapore acqueo presente nella stanza.

Ha bisogno di temperature superiori ai 10 °C, esposizione alla luce indiretta e una frequente pulizia delle foglie.

Durante l’estate da vita a piccoli fiori bianchi profumati.

Aloe vera in camera da letto

Aloe-vera-in-camera-da-letto

   CARATTERISTICHE            BENEFICI        CURA

L’aloe vera, negli ultimi anni, è sempre più apprezzata per le sue innumerevoli proprietà. Forse pochi, però, sanno che è anche una pianta da camera perfetta per aiutare il sonno.

Le foglie dell’aloe vera, infatti:

  • rimuovono in maniera efficace la maggior parte degli agenti tossici presenti in camera da letto (formaldeide, xilene)
  • rilasciano ossigeno
  • sono dei veri e propri bioindicatori: la comparsa di macchie marroni sulle foglie, infatti, segnala che l’ambiente in cui si trova è inquinato.

Questa pianta è solita crescere in un clima caldo e quindi anche quando viene posizionata in camera da letto è necessario sistemarla di fronte alla finestra in modo che riceva la giusta luce solare.

Spatifillo

Spatifillo-rosso-e-spatifillo-bianco

 CARATTERISTICHE            BENEFICI                 CURA

Nella classifica di quali piante si possono tenere in casa, lo spatifillo (anche conosciuto come giglio della pace) è sicuramente ai primi posti.

Le oltre 50 varietà sono prevalentemente bianche; esiste però anche una qualità di spatafillo rosso, particolarmente “scenografica”, soprattutto se accompagnata a un vaso di design.

Una sola pianta è in grado di purificare uno spazio di 10 metri cubi, rendendo l’ambiente più sano e pulito.

Lo spatifillo ama le zone luminose, ma non la luce diretta. Attenzione quindi a non esporlo alla luce diretta del sole. Quindi meglio sotto una finestra che sul davanzale.

Beaucarnea: la pianta mangiafumo

beaucarnea-pianta-mangiafumo

CARATTERISTICHE            BENEFICI               CURA

La Beaucarnea è la pianta mangia fumo per eccellenza. Ha un fusto semi legnoso dalla tipica forma a caudex. Somiglia a una bottiglia con la parte vicina al terreno ben gonfia che funge da deposito di acqua.

È nota come “mangiafumo” per la sua capacità di trattenere le impurità, pulendo l’aria degli ambienti in cui è collocata. 

La beucarnea si adatta facilmente a diverse condizioni climatiche degli interni, purchè sia collocata lontano da correnti di aria fredda e da fonti dirette di calore. L’ideale è mantenerla tra i 10°C e i 30°C.

Dracena

Dracena-la-pianta-del-fumo

CARATTERISTICHE            BENEFICI               CURA

Tra tutte le piante per camera da letto ce n’è una che è un vero e proprio tocca sana per l’aria della zona notte: la dracena.

È in grado di rimuovere dall’ambiente circa 10 microgrammi/ora di xilene e toluene.

Originaria del Madagascar, vive molto bene anche lontana dalle finestre. Ha bisogno del giusto mix di luce ed ombra e il suo fusto sottile, con fronde grandi e rigogliose, ne fanno una pianta perfetta per una collocazione a pavimento.

Orchidea

Orchidea

CARATTERISTICHE         BENEFICI           CURA

Grazie alle loro bellissime infiorescenze, le orchidee sono piante molto affascinanti.

Fino a qualche decennio per coltivarle era necessario avere serre o ambienti dove si potessero mantenere alte temperatura e umidità. Nel tempo però si sono diffuse anche varietà provenienti da ambienti più freddi, più adattabili alle condizioni di vita europee.

L’orchidea ha anche l’importante funzione di assorbire la formaldeide presente nell’aria.

Le temperature minime di crescita per le orchidee devono essere di almeno 18-20 °C e per questo vanno tenute al caldo durante i mesi invernali.

Le orchidee hanno bisogno di un’elevata umidità e necessitano quindi di frequenti vaporizzazioni delle foglie e del fusto.

Hanno bisogno di luce ma mai diretta.

Piante da appartamento che purificano l’aria: perchè sceglierle

Non ci riflettiamo mai abbastanza, ma spesso negli ambienti domestici si nascondono sostanze chimiche dannose per il nostro organismo. E provengono anche da posti impensabili come mobili, riscaldamento, aria condizionata, vernici, detergenti spray o altri prodotti chimici di uso comune. Per non parlare poi dei nostri dispositivi elettronici (a chi non è capitato di lasciare il cellulare sul comodino per tutta la notte?).

Quali sono queste sostanze che le piante in camera di letto possono “contrastare”?

               SOSTANZA               DOVE SI TROVA              POSSIBILI DANNI

Formaldeide

  • nei mobili di truciolato
  • nelle sigarette
  • nei tappeti
  • nelle stoviglie di plastica

Allergia, asma, reazioni cutanee

Tricloroetilene

  • nelle vernici
  • nei toner della stampante

Danni a fegato, reni e occhi

Benzene

  • nelle vernici
  • nei detersivi
  • nelle sigarette

Difficoltà respiratorie ed è potenzialmente cancerogena

Ammoniaca

  • nelle sigarette

Irritazioni a gola e polmoni, tosse e dolori al petto

Xilene

 

  • nei prodotti in plastica
  • nelle vernici
  • nella colla
  • nelle sigarette

 

Irritazioni cutanee, irritazioni all’apparato respiratorio e agli occhi

 

30 commenti

  • Manuela Furno

    Ottimo articolo, contributo molto interessante ed utile, grazie

  • Patrizia Marinelli

    Grazie per qs informazine.Provvedero’ quanto prima.

  • Marinella Corallini

    Grazie dell’articolo che mi ha consentito di acquisire questa importante conoscenza: sapevo il contrario!

  • sabrina

    Una svolta per me importantissima, finora vissuta con false credenze .Grazie mille !!!!

  • Francesca

    Non conoscevo queste cose . Non mettevo le piante perché pensavo che rilasciavano anidride carbonica……Adesso ho messo piante in tutte le stanze!

  • martina pani

    Ho un girasole In camera perché c’è freddo fuori sta florescendo. La voglio tenere per proteggerla. Sono felice che non è nociva per la salute. Grazie alla NASA.

  • Paola

    Anch’io ho messo una pianta in camera da letto e vi ringrazio per le utili informazioni.vorrei sapere se va bene anche il tronchetto della felicità

    • Pellegrini

      Ciao Paola, si certo. Il tronchetto della felicità controlla l’umidità della stanza oltre a combattere le sostanze nocive nell’aria. Inoltre riduce stress, ansia e tristezza e aiuta i soggetti allergici.

  • Eufemia

    Buongiorno! Nel corridoio ho poca luce…quali piante sono più indicate? Grazie

  • Antonia

    Grazie oggi mi sono comprato una pianta di aloe avevo sentito parlare che si può tenere in camera da letto il sono una partita di piante e fiori grazie vi saluto

    • Pellegrini

      Ciao Antonia, l’aloe vera è una delle piante più indicate per dormire meglio perchè le sue foglie riescono ad assorbire e rimuovere la maggior parte degli agenti tossici presenti in camera da letto (formaldeide, xilene, toluene) e rilasciano ossigeno. Quindi… ottima scelta! 😉

  • Anna biundo

    Grazie per il consiglio sono molto soddisfatta

  • Giovanna

    Salve, il garofanino può stare in cameretta?

    • Pellegrini

      Ciao Giovanna, no, il garofano NON è tra le piante consigliate da tenere in camera da letto.

      • Susy

        Posso mettere la pianta di padre pio in camera da letto? Grazie

        • Pellegrini

          Ciao Susy, per far crescere la pianta di Padre Pio è necessario posizionarla dove vi sia molta luce, magari schermandola con una tenda di colore chiaro, in particolar modo durante l’estate. Inoltre la pianta svolge la normale fotosintesi quindi non è indicata per zone come la camera da letto.

  • Interessanti i benefici dell’Aloe vera, immagino quindi che anche l’Aloe arborescens abbia benefici di questo genere nella rimozione di inquinanti e purificazione dell’aria (oltre ad avere altri impieghi per la salute).

    • Pellegrini

      Ciao, in realtà l’Aloe arborescens ha dei benefici soprattutto per la salute; per quanto riguarda la rimozione di sostanze inquinanti e la purificazione dell’aria si consiglia di impiegare l’aloe vera.

  • Cristina

    Grazie per utilissime informazioni che ho letto in questo articolo.

  • Anna Maria

    Non si finisce mai d’imparare. Basta un piccolo gesto per migliorare la nostra salute e quella degli altri l’importante è saperlo.Grazie mille

  • Emily

    Grazie mille per questo articolo, mia suoceraé sempre contrario a mettere le piante in camera da letto. Sapevo che posso mettere le photus e aloe ma non sapevo spiegare il beneficio che danno . Grazie di nuovo lo faccio leggere a lei cosi capirerebbe che fanno bene.

  • Bruno

    GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!!!!!

  • Doris

    Ho messo la pianta di Aloe in camera e ora sento che l’aria e l’ossigeno sono migliorati nettamente. Si respira meglio e userò le foglie di aloe in caso di ferite e infiammazioni. Grazie

Lascia un commento